Tu sei qui

Cognitive, Computational and Social Neurosciences (CCSN)

Direttore: Emiliano Ricciardi

Introduzione

Questo curriculum dottorale multidisciplinare basato sulla ricerca sperimentale si concentra sulle neuroscienze cognitive, computazionali e sociali, e integra i metodi di neuroscienze di base con la psicologia sperimentale, la psicofisiologia e le neuroscienze cognitive. Gli studenti frequenteranno più corsi, tra cui fondamenti delle neuroscienze cognitive, neuroscienze comportamentali e sociali, neuropsicologia, psicofisiologia e biosegnali, basi neurali della percezione e plasticità dipendente dall'esperienza, basi neurali della coscienza e del sonno, filosofia della scienza, pensiero critico, metodi di neuroimmagine strutturale e funzionale, metodi di base e avanzati per l'analisi di dati comportamentali, psicometrici e di neuroimmagine, economia cognitiva e scienze sociali sperimentali. In particolare, il curriculum CCSN è pensato per formare giovani ricercatori che rivolgeranno la propria attività sperimentale verso temi quali: percezione multisensoriale, sovramodalità e modalità incrociata, plasticità dipendente dall'esperienza, sonno e coscienza, rappresentazione dell'azione e controllo motorio, emozioni e comportamento sociale, neuroplasticità e apprendimento, organizzazione della conoscenza, neurolinguistica ed elaborazione semantica, comportamento sociale e antisociale, processi decisionali.

Gli studenti riceveranno in modo specifico un'intensa formazione di ricerca pratica su metodi, progettazione sperimentale e analisi dei dati nei laboratori dell'unità di ricerca MoMiLab. Una panoramica dell'anatomia del cervello umano, delle metodologie di neuroimmagine (principalmente RM strutturale e funzionale) e elettrofisiologica (EEG ad alta densità, MEG) saranno alla base della ricerca e delle applicazioni cliniche nell'uomo.

Nell'ambito dell'orientamento multidisciplinare della Scuola IMT, gli studenti saranno esposti a seminari e progetti di ricerca congiunti su diversi argomenti, che vanno dalle neuroscienze cognitive del comportamento umano ai metodi computazionali avanzati per l'analisi di sistemi complessi, dalle neuroscienze sociali ai processi decisionali in sistemi economici, dalle applicazioni neuroingegneristiche in bionica a reti complesse, dalle basi neurali della percezione e della rappresentazione concettuale all'analisi delle immagini e alla gestione del patrimonio culturale.

Profili in ingresso e in uscita

Sono fortemente incoraggiati ad applicare i candidati con un solido background in psicologia, neuroscienze, medicina, bioingegneria e bionica, informatica, filosofia e logica, linguistica, scienze sociali, economia. Per la natura multidisciplinare di questo percorso di dottorato, le domande sono comunque benvenute da qualsiasi area di conoscenza, compresi i campi scientifici e sociali e le discipline umanistiche.

I diplomati di questo percorso di dottorato saranno in grado di perseguire una carriera nel campo della ricerca e delle istituzioni accademiche, nonché nel settore privato.

Unità di ricerca che collaborano al curriculum

Principalmente l'unità di ricerca MOMILAB, ma tutte le Research Units della Scuola contribuiscono al curriculum dottorale.

Gli studenti avranno accesso al Laboratorio Multidisciplinare interno (attrezzato per misure elettroencefalografiche, di psicofisica e psicofisiologia) e alle strutture esterne di Risonanza Magnetica (da 1.5 T a 7 T - per eseguire studi strutturali e funzionali o acquisizioni multimodali EEG-fMRI). La stimolazione cerebrale, i protocolli EEG-TMS e gli studi MEG sono generalmente gestiti in base ad accordi con le istituzioni partner.

Gli studenti di dottorato avranno anche l'opportunità di essere coinvolti in programmi di ricerca collaborativa con istituzioni nazionali e internazionali, tra cui Università di Pisa, Università di Torino, Università di Roma La Sapienza, Università di Milano, Università di Padova, Centro Interdipartimentale Mente e Cervello (CIMeC , Rovereto), Arizona State University-Tempe, University of Louvain, University of New Mexico-Albuquerque, University of Wisconsin-Madison, Lausanne University Hospital, University of Bristol.